Emanuela Orlandi, trovati nuovi frammenti di ossa in Vaticano

Sono stati trovati altri frammenti di ossa durante un nuovo sopralluogo dei poliziotti della Squadra Mobile e della polizia scientifica nella Villa Giorgina della Nunziatura Apostolica. Pare che questi resti, che potrebbero essere di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori, le ragazze scomparse in Vaticano nel 1983, possano essere utili e sono stati infatti inviati al Laboratorio di Genetica Forense.

Per avere delle risposte bisognerà aspettare ancora una settimana. Intanto, Giovanni Arcudi, direttore di Medicina Legale dell’Università Tor Vergata e perito nominato dal Vaticano, ha detto che i resti “a un primo esame non sembrano troppo degradati, anche se sono stati interrati in un terreno umido, ma lo sapremo con certezza solo dopo aver pulito le ossa”.

Fondamentale sarà stabilire l’epoca del decesso, l’età e il sesso. Per capire quest’ultimo dato mancherebbero  parti importanti di strutture ossee come nel caso del bacino.

Condividi: