Buone notizie nel campo assicurativo, lo fa sapere il presidente Ania Maria Bianca Farina la quale dice che nel 2017 c’è stato un ribasso del 2,5% delle assicurazioni auto

 

By Nicola De Angelis

Scende il prezzo dell’assicurazione auto, a dirlo è il presidente Ania Maria Bianca Farina nella sua relazione in assemblea che spiega di come questo calo sia giustificato anche dal fatto di meno sinistri registrati e di un calo delle fordi assicurative

Una buona notizia giunge dall’Assemblea dell’Ania, nonostante in Italia l’anno scorso le auto senza assicurazione fossero circa 5 milioni, il presidente Maria Bianca Farina fa sapere che c’è stato un calo del 2,5% del prezzo delle assicurazioni ai veicoli nel 2017. In cinque anni il prezzo è sceso addirittura del 27%, mantenendo un continuo trend al ribasso. La Farina, dopo aver rilasciato questi dati ha poi continuato:”la necessità di semplificare il quadro delle regole, chiarendo limiti e criteri con cui le compagnie possono utilizzare le informazioni sulla clientela in loro possesso. Si tratta di trovare un giusto equilibrio tra la riservatezza del cliente e l’uso delle informazioni utili a rendere un servizio a suo vantaggio”.

La Farina ha inoltre messo in guardia:”Il forte rischio che un sensibile allargamento dello spread comporta nel breve termine sui bilanci delle compagnie di assicurazione e che, nel caso di persistenza, inevitabilmente è destinato a riflettersi sui rendimenti corrisposti ai nostri 20 milioni di clienti. Larga parte del risparmio assicurativo ha sostenuto il debito pubblico”.

Inoltre, intervenendo sul debito pubblico:”è indispensabile riuscire a rassicurare i mercati sulla sostenibilità del debito pubblico italiano nel medio e lungo termine, sostenibilità che deve essere garantita da un rafforzamento della crescita e da una accorta politica di bilancio. Solo in questo modo si potrà mantenere strutturalmente lo spread su livelli che rispecchino la forza economica attuale e potenziale dell’Italia, evitando di essere esposti a dannose fluttuazioni dei mercati”. Secondo il presidente Ania deve continuare quel sostegno alla crescita attuato negli ultimi anni, nonostante sia ancora fragile.

Condividi: