Matteo Salvini, l’annuncio a Porta a porta sulla riforma Fornero: “In pensione al massimo a 62 anni”

Promette battaglia già alla prossima manovra finanziaria Matteo Salvini dallo studio di Porta a porta. L’obiettivo del leghista è insistere per “dare un segnale” di riduzione delle tasse con un intervento sull’Irpef e la flat tax per gli autonomi, così come emerso dal vertice con il ministro dell’Economia Giovanni Tria già nella mattinata al Viminale.

Particolare attenzione nel corso dell’incontro di oggi è stata dedicata alle pensioni: l’intenzione resta di superare la riformaFornero. Si lavora all’introduzione della Quota 100, nella somma tra età anagrafica e anzianità contributiva, e si studia la possibilità di abbassare la soglia minima dei 64 anni. “Gli imprenditori mi chiedono di superare la legge Fornero. Faremo quota 100 ma per me il limite dei 64 anni è troppo alto. Io ho chiesto al massimo, ma al massimo, 62 anni” ha detto Salvini.

Per il leader della Lega dalla pace fiscale si possono incassare oltre 20 miliardi. “La pace fiscale – ha spiegato – è per quelli che hanno fatto la dichiarazione dei redditi, per chi è in contenzioso con Equitalia. Non è un regalo, è per gente disperata che per riavere il conto corrente correrebbe a pagare, pagherebbe il 10% del dovuto”. La Lega punta a finanziare la flat tax con il riordino delle tax expenditure, ovvero la giungla di agevolazioni e sconti fiscali, come ha spiegato anche il ministro dell’Economia, Giovanni Tria.

Condividi: