Reggio Emilia, un condannato per ‘ndrangheta barricato nell’ufficio postale: armato, ha ostaggi

Uno dei condannati per ‘ndrangheta al processo Aemilia, Francesco Amato, si è barricato in un ufficio postale di Pieve Modolena, una frazione di Reggio Emilia, armato di coltello. Dopo la condanna nel processo che ha visto condannato anche l’ex Juventus Vincenzo Iaquinta e suo padre, l’uomo si era reso irreperibile. Secondo i primi accertamenti, dall’ufficio sono riusciti a scappare quasi tutti i clienti. L’uomo ne avrebbe ancora cinque in ostaggio.

Condividi: