Marocco, ragazze scandinave stuprate e sgozzate: il video horror della decapitazione

Un video dell’orrore, che riporta a quelli girati da Jihadi John, il decapitatore dell’Isis che tagliava teste a giornalisti, contractor e soldati in Afghanistan. E’ quello che è stato diffuso su Facebook sull’uccisione delle due ragazze scandinave in Marocco, ai piedi del monte Toubkal che volevano scalare.

Le immagini amatoriali mostrano un uomo mentre sgozza una delle due giovani, il cadavere dell’altra poco più in là, accanto a un altro uomo. L’audio, oltre alle grida disperate della ragazza, fa capire che sulla scena del delitto c’erano altre due persone, che tuttavia non si vedono. La danese Louisa Jesperen, 24 anni, e la norveegese Maren Ueland di 28 sono state uccise nella notte tra domenica e lunedì, quando di prima mattina i loro corpi sono stati notati da un passante.

Sul caso indaga il Bcji, il Bureau centrale investigativo, una specie di Fbi marocchino, a conferma che la pista terroristica è considerata quella più verosimile.

Condividi: