Riace, Matteo Salvini stronca Pd e toghe rosse: “Con me l’immigrazione di massa non sarà più un affare”

Il Pd parla di “deportazioni”, gli immigrati di Riace minacciano di fare resistenza e opporsi ai trasferimenti (che saranno volontari), il sindacato di sinistra delle toghe attacca i colleghi per l’arresto del sindaco Mimmo Lucano. E Matteo Salvini osserva sbigottito tutto questo.

“Il sindaco è ai domiciliari e invita i giornalisti a casa come se nulla fosse – commenta il ministro degli Interni -, Magistratura Democratica accusa chi ha messo in dubbio il sistema di accoglienza (e quindi anche il pm), da sinistra attaccano l’inchiesta ma le verifiche del Viminale partirono col governo del Pd. E nessuno richiama il rispetto delle regole o difende il pubblico ministero, nemmeno l’Anm! Si mettano tutti il cuore in pace: con me l’immigrazione di massa non sarà più un affare, la pacchia è finita”.

Condividi: