“Monopoli è incandidabile ai sensi della legge antimafia sullo scioglimento dei Comuni”

Tutti i sacrifici fatti in ambito politico e professionale vengono spazzati via da una sentenza: incandidabile. La sentenza non lascia dubbi. L’ex Sindaco di Caivano Simone Monopoli (#tuttaunaltrastoria) è stato dichiarato incandidabile alle elezioni comunali, provinciali e regionali, dal Tribunale di Napoli Nord, a seguito dello scioglimento anticipato dell’Ente comunale per infiltrazione e condizionamenti della malavita organizzata.

Assolti invece l’ex assessore giunta Monopoli, Luigi Falco (F.I), Enzo Pinto (Udc), e Raffaele Celiento (Lista satellite Pd).

Una sentenza quella dell’ex primo cittadino prevedibile considerato che il nome Monopoli compariva più volte nella relazione della Commissione che rilevava da indagini manovre amministrative molto discutibili.

Una sentenza che spazza via ogni sogno politico del medico Caivanese che paga lo scotto, forse, di essersi affidato a consigli di personaggi poco professionali e lungimiranti.

Condividi: