Multe, quello che nessuno sa: ecco quali sono illegittime e non dovete pagare

Per ogni multa sarà necessaria la presenza di un vigile. Tradotto: tutte le infrazioni comminate da un ausiliario del traffico non sono valide ma pochi lo sanno. Dei verbali del Comune di Milano, per esempio, circa 700mila sono firmati dagli ausiliari (incasso di 30 milioni l’anno) ma nella metà dei casi, scrive il Giornale, questi ultimi “non sono autorizzati a sanzionare l’automobilista eppure in pochi contestano per vie legali la multa, preferendo pagare”. La Cassazione si è già espressa, “escludendo l’equiparazione tra vigili e ausiliari”. C’è anche la proposta di legge del deputato di Forza Italia Simone Baldelli che impone l’obbligo per gli ausiliari del traffico e i dipendenti delle società di trasporto pubblico di fare multe solo ed esclusivamente nelle aree a striscia blu la cui gestione è affidata alle società di cui sono dipendenti. Lega e Fratelli d’Italia sono d’accordo. e la modifica dell’articolo 12 del Codice della Strada ora è possibile. Agli ausiliari del traffico, in pratica, “non possono essere attribuite funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di sosta, se non nelle aree oggetto di concessione e con esclusivo riguardo agli spazi destinati al parcheggio a pagamento e alle aree immediatamente limitrofe”.

Condividi: