Luigi Di Maio tradito, il retroscena di Augusto Minzolini: i sei “giustizieri grillini” che lo pugnalano

Il gruppetto di “responsabili M5s” si ingrossa. Augusto Minzolini conferma le teorie di Silvio Berlusconi sul manipolo di parlamentari grillini pronti a tradire Luigi Di Maio per passare armi e bagagli in una nuova maggioranza di centrodestra. Si parla, scrive il retroscenista del Giornale, di “sei senatori grillini pronti a cambiare casacca nelle prossime settimane o, al massimo, a fine gennaio (mettendo in ambasce il governo). Di questi tre già sarebbero acquisiti, mentre con altri tre c’è un’interlocuzione ravvicinata”. Alla Camera, invece, “gli interessati a fare i bagagli e a lasciare Beppe Grillo sarebbero quattro“.

Anche dall’altra parte della barricata, fronte Pd, c’è chi conferma a Minzolini le grandi manovre. Il capogruppo dei senatori dem Andrea Marcucci la mette giù in maniera brutale: “Non solo lo penso ma ne ho cognizione: ci sono almeno 15-20 senatori grillini che stanno valutando il trasloco. La destra del movimento sente il richiamo della foresta. In più sanno benissimo che la penale di 100mila euro è una menata finché in Costituzione non c’è il vincolo di mandato”.

Condividi: